mercoledì 30 marzo 2016

Giovedì gnocchi, vi spiego come farli a casa

      


Quello del giovedì gnocchi non è un rito solo romano. Anche se da noi in Abruzzo si usa servirli anche la domenica, in molti proponiamo questa pasta semplice e gustosa il giovedì sulle nostre tavole. Prepararli in casa e' veramente semplice e se avete un microonde sarà anche veloce. Ingredienti per 4 persone: 1 kg di patate a pasta bianca, 300 gr di farina, 1 uovo.
Ricordate sempre la proporzione 1 kg -300 gr .
Per prima cosa lavare le patate e metterle in una pentola con dell'acqua e portare a bollore, lasciare bollire per 30 minuti; Io con il microonde faccio prima, avvolgere le patate nella pellicola per alimenti e cuocere per 10 minuti al massimo della potenza. Una volta cotte farle freddare e schiacciarle con tutta la buccia con lo schiacciapatate, non vi preoccupate la buccia resta dentro. Prendere la farina e fare una piccola fontana e mettervi le patate e l'uovo. Impastate bene e poi procedete col fare tanti serpentelli, infarinateli e iniziate a tagliare tanti cubetti. Ora se avete un riga gnocchi come il mio usatelo oppure usate i rebbi di una forchetta sulla quale passerete gli gnocchi, infarinate e metteteli su un vassoio belli larghi. Ecco fatto i famosi gnocchi del giovedì, potete condirli come più vi piace. Buon appetito.

martedì 25 novembre 2014

Vi presento Pinuccia la pasta madre


Ciao a tutti,è un pò che non scrivo (e d'altra parte ultimamente ve lo dico spesso).Vi voglio raccontare quella che per me è un'impresa epica,il primo tentativo non è andato a buon fine,ho voluto tentare di nuovo perchè non sono una che molla facilmente.Ebbene dopo aver letto i post di Loredana de " La Cucina di Mamma Loredana " e di Cran de "Cappuccino e Cornetto",mi sono cimentata nel far nascere la Pasta Madre.Io vi consigliodi leggere i loro post per darvi un'idea di quello che andrò a fare.Ho iniziato con 200 gr di farina,100 gr di acqua,1 cucchiaio di olio evo ,1 cucchiaino di miele biologico ed ho impastato il tutto.Una volta ottenuto un panetto liscio l'ho riposto in una ciotola coperto da un piatto,messo a riposare e fermentare per 48 ore.Partiamo dal fatto che per rinfrescare bisogna avere farina in proporzione del 100% rispetto al peso del lievitino e acqua al 50%,quindi dopo 48 ore ho preso 200 gr di lievitino,200 gr di farina ( il 100 % ) e 100 gr di acqua ( il 50% ),ho impastato tutto e di nuovo a lievitare nella ciotola per altre 48 ore. Ora sarà stato il bel tempo,la temperatura costante di casa mia,il fatto che l'ho riposto in credenza ma il mio lievitino a 24 ore dal rinfresco voleva mangiare di nuovo e tutti i giorni.Ho iniziato a 72 ore dal primo impasto, e non più a 96,a rinfrescare tutti i giorni.Noterete che con il passare dei giorni la pasta cambia consistenza e odore.   

Così si presentava il mio lievitino dopo una settimana di rinfreschi quindi gli ho procurato una nuova casa,un barattolo con chiusura ermetica,qui dopo averlo rinfrescato ho notato che in 3 ore era aumentato molto ed aveva una bella alveolatura 


Qui potete vedere la differenza e vi dico che ad una settimana esatta che avevo iniziato a rinfrescare giornalmente la pasta madre era pronta a dare soddisfazione al palato.
E' con grande piacere che vi presento Pinuccia la mia pasta madre,ai prossimi post i suoi lavoretti!!!